zv7qrnb" />

Wikipedia ha già scioperato con successo, in Italia, contro il Ddl intercettazioni, che avrebbe messo il bavaglio ai blog. Ora si mobilitano i big americani di internet, contro lo Stop Online Piracy Act (Sopa), una proposta de legge che, se approvata, consentirebbe ai titolari di diritti (editori, discografici, poduttori cinematografici) di procedere legalmente contro i siti web accusati di diffondere contenuti protetti da copyright, o anche solo di facilitarne la diffusione, provocandone la chiusura prima ancora di un eventuale processo. Tale legge avrebbe conseguenze anche fuori degli Usa e minerebbe l’esistenza di siti non solo come YouTube, ma anche di Facebook, Wikipedia e Google Search.

Il popolare sito Reddit (35 milioni di utenti registrati) ha programmato un black-out di 12 ore, per protesta, il 18 gennaio, giorno in cui verrà discussa la legge al Senato Usa. Al posto del normale sito, gli utenti troveranno solo la diretta streaming dal Senato. Ma alla legge si oppone anche un’ampia coalizione di operatori della Rete, la Net Coalition, che include Facebook, Google, Amazon, Linkedin, Mozilla, Twitter, Yahoo! e Wikipedia. In Rete sta montanto una mobilitazione per convincere i 2 più importanti, Google e Facebook, a scioperare. L’impatto sarebbe enorme, specialmente in vista del previsto raggiungimento, ad agosto, di un miliardo di utenti Facebook.

Link utili su questo argomento

 

Lascia un commento

Per inviare commenti devi fare login con le tue credenziali Eustema. Può darsi che il browser ti chieda di confermare una eccezione di sicurezza per questo sito. In tal caso, rispondi affermativamente. Login »

zv7qrnb